Su alcune stampe Giapponesi del periodo Edo, precisamente del 1803,  si può trovare il racconto di una leggenda denominata “Utsuro-Bune” (o in alcune traduzioni anche Utsuro-Fune), che riporta una storia assai incredibile. Ci sono diverse interpretazioni della leggenda , ma in generale la storia è questa:

Un oggetto insolito che si pensava fosse una barca, fù visto e trainato a riva da alcuni pescatori di un villaggio, in una regione che corrisponde alla odierna prefettura di Ibaraki. La barca era rotonda, sembrava somigliare ad una pentola giapponese chiamata “kama” ed era circa di 6 metri di diametro. Il fondo era fatto di ferro, era così robusto che avrebbe potuto resistere a forti impatti con gli scogli. La parte superiore era invece in vetro e quindi era possibile guardare direttamente all’interno.

Dentro la nave c’era una bella donna di circa 20 anni, era alta circa 5 shaku (151.5 cm) e aveva il viso rosa. I capelli e le sopracciglia erano rossi ma aveva anche delle lunghe trecce di capelli bianchi che cadevano fin sotto la schiena. Le descrizioni riportano inoltre che secondo i locali, la ragazza aveva un viso “indubbiamente molto attraente”. Gli abiti che indossava avevano uno stile sconosciuto ed erano realizzati con tessuti che nessuno aveva mai visto prima. Parlava una lingua che non poteva essere compresa e possedeva una misteriosa scatola che custodiva molto gelosamente, a tal punto che non permetteva a nessuno nemmeno di avvicinarsi ad essa.

Nella barca c’erano inoltre due tappeti, che come tutte le cose al suo interno sembravano essere molto soffici, ma ancora una volta, il materiale di cui erano fatti era sconosciuto. La ragazza portava con se circa 4 litri di acqua e del cibo, dolce al gusto ma di aspetto simile a della carne macinata. Aveva anche una tazza di tè con incise delle raffigurazioni simili ad una scrittura geroglifica, ma anche essa totalmente sconosciuta.

La gente non sapeva cosa fare con lei, dato che l’unica cosa che fece fu sorridere e guardare nel vuoto. Un anziano suggerì che fù probabilmente abbandonata in mare dagli abitanti del suo villaggio, come una sorta di punizione, e che dentro la scatola che stava custodendo si trovava la testa del marito. Così pensarono che se il Bakufu (governo giapponese) la avesse trovata li, sarebbe stato un problema per loro.  Così rimisero la ragazza di nuovo in barca, la spinsero in mare e la allontanarono per sempre dal villaggio. Qui di seguito, alcune immagini provenienti da antiche stampe che ritraggono la leggenda:

 

UFO Giappone
Dalla sinistra: le lettere sconosciute che sono state trovate all’interno della “barca”, la raffigurazione della ragazza e della presunta imbarcazione. Tutti gli elementi della leggenda “Utsuro-Bune”.

Utsuro-funeStesse lettere a destra di questa immagine.

Utsuro-bune Kama

La pentola giapponese “kama” paragonata alle raffigurazioni delle stampe

 

Come potete vedere, tutto sembra raffigurare quello che oggi noi chiamiamo “disco volante” e descrivere un incontro ravvicinato del terzo tipo. Ovviamente i sostenitori dell’esistenza degli UFO prendono questa leggenda come prova dell’esistenza degli alieni e del fatto che essi siano già in contatto con noi da molto tempo.

Gli scettici invece liquidano il fatto come un semplice naufragio nelle coste giapponesi di una nave dalla vicina Korea. Ciò spiegherebbe i differenti vestiti, la strana imbarcazione ed il differente linguaggio, cose nuove e sconosciute agli abitanti di un villaggio di pescatori piuttosto piccolo ed isolato. Questa spiegazione d’altronde, non spiegherebbe gli strani simboli riportati nelle raffigurazioni, del tutto differenti dal linguaggio scritto Koreano.

Molte volte durante il XIX secolo, la leggenda di Utsuro-Bune apparve nella letteratura giapponese ed in varie stampe. Il dottor Kazuo Tanaka dell’Università di Gifu, ha analizzato documenti antichi, provenienti da un monastero giapponese è stato intervistato varie volte a riguardo ed ha affermato che la donna e i suoi oggetti, avevano un’origine extraterrestre. La barca sferica sarebbe in realtà per il dottor Tanake un U.S.O. ovvero un oggetto sottomarino non identificato.

Credere alla semplice leggenda di un naufragio molto enfatizzato oppure alla teoria UFO? Comunque sia andata, Utsuro-Bune è un importante leggenda legata alla tradizione giapponese che come sempre è molto affascinante.