Il 27 Ottobre del 1954, allo stadio comunale di Firenze era in corso la partita amichevole tra Fiorentina e Pistoiese, un derby toscano che non passò alla storia per il risultato o l’importanza del match, ma bensì per quello che successe all’inizio del secondo tempo nei cieli sopra lo stadio.

Erano le 14.20 in punto e secondo numerosissime testimonianze, alcuni oggetti volanti non identificati a forma di ali di gabbiano per alcuni, o a forma di cappello cinese per altri, stazionarono sopra lo stadio per circa 15 minuti tra lo sbigottimento generale.

Sia il pubblico che i calciatori in campo, rivolsero la propria attenzione più al cielo che alla partita, tanto è che l’arbitro si vide costretto a sospendere momentaneamente l’incontro. In seguito la passaggio degli UFO, dal cielo cadde la famosa “bambagia silicea“, che secondo gli ufologi sarebbe la pioggia di filamenti bianchi che spesso cadrebbe in seguito al passaggio di dischi volanti. Anche se la bambagia silicea è stata successivamente spiegata come strane ragnatele prodotta da una specie di ragno in fase di migrazione, la coincidenza resta comunque notevole.

Gli UFO e la bambagia silicea, non furono avvistati solamente allo stadio comunale; pochi minuti prima, alcuni oggetti del tutto simili furono avvistati anche sopra alla cattedrale di Santa Maria del Fiore, in linea d’aria distante non più di qualche chilometro dallo stadio. I testimoni nei pressi della cattedrale, riferirono di aver visto provenire gli oggetti da nord-ovest ed averli visti scomparire verso sud-est.

Ovviamente allo stadio erano presenti anche dei giornalisti per riportare la cronaca dell’incontro, tra questi vi era caporedattore de “La Nazione” Giorgio Batini che il giorno seguente riportò l’avvenimento in un articolo che ancora oggi sembra al limite dell’incredibile.

ufo firenze

La Nazione del 28 Ottobre 1954

Essendo il 1954 un’epoca in cui non esistevano macchine fotografiche o videocamere leggere e manovrabili, ed essendo la partita solo una amichevole di scarso interesse per i media del tempo, non esistono prove fotografiche o video dei fatti; Ma la quantità di persone presenti allo stadio e nel centro di Firenze, la durata dell’avvenimento, il fatto che fù riportato da giornalisti di più testate, rende questo episodio uno tra i più importanti e documentati casi di avvistamento dell’ufologia mondiale.

Nel corso degli anni sono state svolte numerose indagini sugli avvenimenti di quel giorno; La spiegazione che diede il Cicap fù che in quel periodo si stavano svolgendo esercitazioni militari facenti uso di chaff, una serie di contromisure volte ad eludere il sistema di puntamento degli aerei, che avrebbero creato riflessi nel cielo. La presenza di filamenti fù spiegata, sempre dal Cicap, come tecnica del ballooning messa in atto da una specie di ragno per migrare, il cui periodo di migrazione coinciderebbe proprio con quello degli avvistamenti di Firenze.

Come sempre in questi casi, l’opinione pubblica è spaccata tra chi crede alla spiegazione ufficiale del Cicap, e chi crede che quel giorno sopra Firenze, furono avvistati dei veri oggetti volanti extraterrestri. E voi da che parte state?